MammaInterview

Una mamma all’estero, Vanessa Redaelli

Per la rubrica MammaInterview, oggi presento un’altra mamma. Abita un po’ lontano da qui, esattamente vive con la sua splendida famiglia a Oslo. Sto parlando di Vanessa Redaelli, amatissima dai suoi follower su Instagram.

Sbirciando sul tuo blog ho visto che sei milanese e ora vivi a Oslo. Come mai hai lasciato l`Italia? 

Si`, vivo ad Oslo da ormai quasi tre anni. Quando avevo 19 anni, finito il Liceo Linguistico mi sono trasferita in Olanda a Utrecht per iniziare gli studi Universitari, poi ho iniziato a lavorare in una scuola dell`infanzia Montessori a Stoccolma mentre finivo i miei studi da pedagogista Montessori e tra un’opportunità e l’altra non sono più tornata in Italia. Ora ho 26 anni e ho vissuto in Olanda, Svezia e Norvegia.

Descriviti in 3 parole.

Tre parole per descrivermi : determinata, introversa e sensibile

Ho letto sempre sul tuo blog che hai conosciuto tuo marito tramite un`app e siete sposati felici e con una bimba splendida. Pensi sia un rischio conoscere una persona con la tecnologia? Oppure ormai e` normale?

Si ci siamo conosciuti tramite un’app ( potete leggere la storia dettagliata qui ) e per molto tempo mi sono vergognata di dire la verità su come ci eravamo conosciuti perchè lo ritenevo un modo poco romantico e che potesse essere visto come superficiale però quando finalmente ho condiviso su instagram un post dove spiegavo come ci eravamo trovati ho ricevuto tantissimi commenti di ragazze che avevano conosciuto i loro mariti o fidanzati nello stesso modo! Penso che al giorno d’oggi sia molto comune il conoscere persone tramite la tecnologia e non ci vedo niente di male! Può essere pericoloso certo ma come anche conoscere qualcuno di persona. i rischi ci sono sempre nella vita, basta avere la testa sulle spalle.

Come è nato il blog?

Il blog è nato ormai quasi tre anni fa, quando mi ero appena trasferita in Norvegia e il lungo e buio inverno era alle porte, per chi non lo sapesse l`inverno in Scandinavia va da Ottobre ad Aprile e ci sono poche ore di luce e molto freddo, per cui ti ritrovi spesso in casa a passare il tempo e iniziare un blog mi è sembrata una buona idea

Ora parliamo della gravidanza. Come l’hai vissuta e cosa hai provato scoprendolo?

L’ho vissuta molto bene, diciamo che me l’aspettavo! Victoria è stata cercata e per fortuna è arrivata subito. Il 15 luglio dell`anno scorso abbiamo fatto un test di gravidanza ma già sapevo che sarebbe stato positivo! Entrambi eravamo contentissimi, era il giorno del compleanno di mio marito

Hai sofferto di depressione post partum?

No, non ne ho sofferto. Qui in Norvegia la visita dei 40 giorni dopo Il parto dal ginecologo più che una visita fisica e` una visita per capire come la madre sta vivendo la maternità. Per cui se si dovesse soffrire di depressione post partum si è aiutati molto e soprattutto capiti

Che tipo di mamma sei?

Credo di essere una mamma abbastanza apprensiva purtroppo,  per il semplice fatto che sono sola a prendermi cura di Victoria tutti i giorni. Mio marito lavora per cui torna a casa per cena, e non abbiamo nessuno qui ad aiutarci , passo tutto il tempo con lei da quando è nata , questo mi ha reso apprensiva e forse mi preoccupo di più delle piccole cose rispetto a mamme che hanno l`aiuto della famiglia vicina ma mi ritengo comunque una brava mamma, dolce e anche divertente!

Tornando a parlare della tua vita all`estero. ti manca la famiglia e l italia? Quando riesci a vederli?

Si` mi mancano molto! Da quando è nata Victoria sono cambiata e ho iniziato a sentire nostalgia dell’Italia. Mi dispiace non poter condividere le giornate con loro e che Victoria cresca lontano dai nonni ( sia materni che paterni). Prima dell`arrivo della piccola ci vedevamo due o tre volte all` anno , ora invece cerchiamo di vederci piu` spesso.

Sono stati d accordo con la tua scelta?

Diciamo che non pensavano che sarei rimasta via per cosi` tanto tempo ma comunque mi hanno sempre appoggiato in ogni scelta. Ora vorrebbero tanto che tornassi per potersi anche godere la nipotina

Concludendo ti faccio intanto tanti complimenti per il blog e per la tua splendida Victoria e ci sono progetti per il futuro?

Sicuramente un fratellino o una sorellina per Victoria, ci piacerebbe avere una famiglia numerosa! E poi abbiamo in progetto di trasferirci ma niente e` ancora deciso al 100 %.

Ringrazio Vanessa per essere stata così gentile a dedicare un po’ di tempo alle mie domande, spero anche sia stata cosa gradita ai miei lettori che magari possono rispecchiarsi e condividere le stesse esperienze di questa mamma e delle altre con cui parleremo in seguito. 

Related posts

Mamma Vale e la sua ordinaria divertente vita con Alice

Una mamma che diventa libera professionista per conciliare famiglia e lavoro

Mamme lavoratrici, eroine contemporanee sull’orlo di una crisi di nervi

Leave a Comment