Gravidanza

Perchè la pancia post partum non è come prima?

Le gioie che comporta una gravidanza e la nascita di un figlio sono superiori ad ogni aspetto negativo, dolore o fastidio. Può capitare di avere la pancia post partum, che non è tornata come ci aspettavamo. Se correlata a disturbi però è importante che non vengano trascurati. Perchè ad esempio la pancia non è tornata come prima? O meglio non sto parlando delle smagliature o di un leggero rigonfiamento dovuto a qualche chiletto extra. Qui parliamo di un’inestetismo che comporta problemi gravi come mal di schiena cronico, mal di pancia improvvisi, addirittura nausea.

Scrivo questo articolo dopo aver parlato con un’amica che dovrà intervenire chirurgicamente per il problema relativo agli “addominali rimasti separati” dopo il secondo cesareo.

Che significa “addominali separati”? Con termine medico si tratta di diastasi addominale. 

Durante la gravidanza, l’utero che cresce allunga i muscoli dell’addome. Ciò può causare la separazione delle due grandi bande parallele di muscoli. La diastasi può causare un rigonfiamento nel mezzo dell’addome dove i due muscoli si separano.

In linguaggio da mamma, si tratta di quella pancia che non se ne va via nemmeno dopo anni dal parto! Infatti spesso accade di ritornare al peso pre-gravidanza ma di avere questo gonfiore. Si nota soprattutto quando si mettono in tensione gli addominali e lì fuoriesce un rigonfiamento.

Spesso si risolve con specifici esercizi per gli addominali, ma può comportare anche ernie e fastidi come incontinenza e dolori pelvici. In quel caso dopo un’ ecografia si può valutare un incontro con il chirurgo.

Di solito quando la distanza tra gli addominali supera i 2,7 centimetri allora si parla di diastasi.

Possiamo fare un autocontrollo da sole seguendo questi semplici passaggi:

Sdraiati sulla schiena con le ginocchia piegate, i piedi appoggiati sul pavimento. Metti le dita con il palmo rivolto verso di te sull’ombelico. Solleva leggermente la testa e il collo dal pavimento mentre premi con le dita. Se c’è uno spazio, questa è la diastasi.

Esegui lo stesso test appena sopra l’ombelico e appena sotto l’ombelico (dato che il divario si può misurare diversamente in questi punti.

 

 

Related posts

Sesso in gravidanza: le posizioni per farlo in tutta sicurezza

Perchè conservare le cellule del cordone ombelicale?

Che tipo di gravidanza vivrai secondo il tuo oroscopo?

Leave a Comment